Realtà del “cambiamento”?

eraclito

E in effetto, se Empedocle dipende da Parmenide nella sua affermazione dell’immutabilità degli elementi, soggetti solo a mutazioni di luogo e combinazioni, ma non di proprietà, Eraclito vede la eternità del fuoco mantenersi attraverso la continua trasformazione delle sue τροπαι. (1)(2)(3)(4)

(1) Ma certe Muse ioniche (Eraclito), e sicule (Empedocle) più tardi pensarono che la cosa più sicura è intrecciare l’una all’altra favola, e dire che ciò che è è insieme molti e uno, e che è tenuto insieme dall’odio e dall’amicizia. «Il divergente infatti sempre converge in sé», dicono le Muse più veementi; quelle più blande, invece, tolsero rigidezza all’affermazione che ciò sia sempre così, ma dicono che alternativamente il tutto sia ora uno solo e in amicizia per opera di Afrodite, ora molteplice e in guerra con se stesso per via dell’odio. (Platone, Sofista, 242 d.) 

(2) Aetio, II 1, 2 (Doxogr. graeci, 327). Eraclito (dice) … unico il cosmo.

(3) Aetio, II 4, 3 (Doxogr. graeci 331). Eraclito (dice) … che il cosmo non è generato secondo il tempo, ma secondo il pensiero

(4) Aetio, II 11, 4 (Doxogr. graeci, 340). Parmenide, Eraclito … (dicono) che il cielo è igneo.

Annunci

There are no comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: